Carla Amirante
La pittrice, Dama Costantiniana, riceve le congratulazioni del Delegato per la Sicilia Cav. di Grazia Antonio di Janni, in occasione della mostra delle tavole illustrative del libro scritto dal consorte S. E. Gianfranco Romagnoli, Commendatore dell'Ordine.
Carla Amirante, dopo gli studi accademici presso la scuola d'arte del Castello Sforzesco di Milano con Libero Reggiani, si perfeziona in tecniche pittoriche diverse con i Maestri Fabio Cuman e Domenico David.
Intorno alla fine degli anni '90 ha operato prevalentemente a Milano e nel suo hinterland, affiancando un intenso impegno di promozione artistica alla sua attività di pittrice, che l'ha vista presente in prestigiose gallerie del capoluogo (Renzo Cortina) e di istituzioni culturali in vari centri dell'area metropolitana (Corsico, San Donato Milanese, San Giuliano Milanese ecc.).
Da alcuni anni ha esteso la sua presenza espositiva anche in Sicilia, ove attualmente risiede ed opera, con mostre personali ospitate in prestigiosi spazi architettonici: Palermo, complesso di Santa Maria dello Spasimo e Villa Malfitano; Monreale, Villa Savoia; Carini, Castello La Grua-Talamanca; Capaci, Palazzo dei Conti Pilo; Messina, Palazzo Zanca; Menfi, Centro Civico polifunzionale Fondazione Inycon.
La sua attività pittorica è entrata nel circuito internazionale, grazie alla diffusione presso riviste specializzate, in particolare That's Art.
Ha realizzato l'opera La baronessa di Carini, donata al Comune di Carini in occasione della mostra personale tenuta nel 2002 presso il Castello La Grua-Talamanca e permanentemente esposta nel Castello stesso.
Ha presentato e donato a Sua Eminenza il Cardinale Salvatore De Giorgi, in occasione delle celebrazioni del 50° anniversario di sacerdozio e 30° di episcopato (giugno 2003), una grande tela dedicata a Santa Rosalia, Patrona di Palermo, Trionfo di Santa Rosalia, che è stata esposta presso la Basilica di San Francesco d'Assisi in Palermo nella mostra La scena devota, realizzata dalla Regione Siciliana in onore dello stesso Cardinale, e quindi collocata nel Palazzo Arcivescovile. L'immagine è entrata a far parte delle manifestazioni del Festino di Santa Rosalia 2003 come locandina e copertina del libretto dello spettacolo A Munti Piddirinu c'è ‘na rosa, messo in scena dalla Compagnia Ditirammu.
Sempre nello stesso anno, a Partinico, ha presentato a Sua Eminenza il Cardinale Alvaro Castrillon Hoyos, Prefetto per la Congregazione del Clero, un dipinto appositamente realizzato in occasione della Sua visita, avente come soggetto Gesù tra i dottori . L'opera è conservata nella Parrocchia del Carmine di Partinico.
Una grande tela della pittrice, raffigurante l' Incontro tra San Francesco e il Sultano , pubblicamente donata dal Commissario dello Stato per la Regione Siciliana al Sacro Convento di Assisi in occasione della Celebrazione nazionale di San Francesco Patrono d'Italia del 2003, è stata pubblicata nell'artistico volume realizzato dall'Ordine Francescano per celebrare l'evento.
Un olio su tela sul soggetto La Sacra Famiglia, è stato esposto nella mostra di gigantografie Il Natale rappresentato tenutasi nel dicembre 2003 presso il Palazzo Arcivescovile di Monreale: l'opera è stata pubblicata nel catalogo realizzato dalla Provincia Regionale di Palermo.
Nel 2004 ha realizzato, per i tipi della casa editrice Anteprima di Palermo, la copertina e le illustrazioni per il volume di Gianfranco Romagnoli Santa Rosalia e altre storie - Il teatro nelle colonie spagnole, presentato in edizione speciale a cura del Comune di Palermo in occasione del 380° Festino di S. Rosalia
Sempre nel 2004, una sua grande tela raffigurante la Morte e glorificazione di Santa Rosalia è stata usata come scenografia nella manifestazione festa barocca a Capaci e poi permanentemente collocata in quella Chiesa Madre. Il dipinto è riprodotto come immagine di copertina del libro I mille volti del mito (Palermo, 2009).
Nel 2005 ha realizzato il quadro Unus Panis, una Familia per la mostra di gigantografie La Sacra Famiglia tenutasi presso il Palazzo Arcivescovile di Monreale nel periodo pasquale. L'opera è conservata nel Seminario di Caltanissetta.
Nello stesso anno, ha realizzato la grande tela Sacrificio Maya, esposta ed illustrata nel convegno del Centro Internazionale di Studi sul Mito tenutosi ad Erice presso il Centro Majorana nel mese di aprile. L'immagine è pubblicata in copertina del volume degli Atti del Convegno.
Una grande tela sul soggetto La tentazione di santa Rosalia è stata realizzata dalla pittrice come contributo figurativo originale allo spettacolo La mejor flor de Sicilia - Santa Rosolea tenutosi a luglio a Palermo presso la Basilica della Magione, ed è collocata nella Sala S.Cecilia della stessa Basilica.
Una icona raffigurante S. Giorgio e il drago, realizzata per il Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio in occasione della festività dell'Immacolata Concezione celebrata presso la Chiesa di S. Maria Maddalena in Palermo, è conservata presso la sede della Delegazione Sicilia dello stesso Ordine, del quale la pittrice è Dama.
Nel 2006 ha realizzato, per i tipi della casa editrice Anteprima di Palermo, la copertina e le illustrazioni per il volume di Gianfranco Romagnoli Cristoforo Colombo ed altre storie - L'America nel teatro barocco, le cui tavole originali sono state esposte in una mostra tenutasi presso l' istituzione culturale Villa Malfitano il 4 luglio dello stesso anno.
Sempre nel 2006, in occasione del Secondo Congresso Internazionale del Centro Internazionale di Studi sul Mito, ha realizzato, per la Galleria del Centro Nazionale di Studi Leopardiani in Recanati, un dipinto o olio sul soggetto Canto notturno di un pastore errante dell'Asia.
Nel 2008 ha realizzato la retrocopertina del libro Il Mito in Sicilia, nonchè la copertina e le illustrazioni del libro di Gianfranco Romagnoli Amazzoni, Diavoli e Conquistadores, editi in Palermo per i tipi di Carlo Saladino Editore.
Nel 2009 ha realizzato per il santuario di Santa Maria di Cotrino (provincia di Brindisi) un'icona raffigurante San Bernardo con Vergine e Bambino.
Nel 2010 ha realizzato l’acquerello La primavera, pubblicato come immagine di copertina del libro Gli aspetti del mito: Nello stesso anno l’acrilico La creazione è stato pubblicato come immagine di copertina del libro Il mito nel tempo. Ha inoltre pubblicato il libro di poesie Tele bianche, bianche pagine che reca un suo dipinto come immagine di copertina.
Nel 2012 ha dipinto una immagine di San Nicolò da Tolentino, conservata nell’omonima Parrocchia di Palermo.
Nel 2013 ha donato alla Pinacoteca Nazionale di Arte Sacra Contemporanea del Comune di Serrapetrona una icona da lei realizzata sul soggetto: La Natività.
Nel 2014 ha realizzato per la Chiesa di Santa Maria degli Agonizzanti in Monreale, l'icona dell'invenzione della S. Croce.
Ha realizzato le illustrazioni di numerosi libri.
Ha pubblicato inoltre tre volume di poesie, Tele bianche, bianche pagine (2011), Nuvole e Miti (2012) e Il faro (2013) e i saggi Giulia Gonzaga (2013) e Sibille, oracoli e libri sibillini (2014).
In materia di mito, ha tenuto varie conferenze, partecipazioni a tavole rotonde e relazioni in convegni. Per la bibliografia, vedasi il sito www.centrointernazionalestudisulmito.com
Ha donato una raccolta di Icone da lei dipinte all’Ordine Costantiniano di San Giorgio per la Chiesa di Maria SS. degli Agonizzanti in Monreale, dove le opere stesse sono collocate.
Ha partecipato alla Rassegna internazionale "Arte Postale della MailART" con tre sue opere, presentate in occasione dell’EXPO MILANO 2015 e pubblicate in un catalogo multimediale, curato dal critico d’arte prof. Gianluigi Guarnieri e donato alla Biblioteca comunale della città.
Una sua opera Raggio di Luna (collage e acrilico), è stata esposta da IMMAGINI SPAZIO ARTE di Cremona per il Palio Artistico - Milano Expo 2015, rassegna d'arte contemporanea nel Palazzo Società Belle Arti - Permanente di Milano (6 - 21 novembre 2015).
Da vari anni partecipa a incontri di poesia leggendo proprie liriche, pubblicate in diverse raccolte poetiche proprie ed antologiche.
E’ Accademica coordinatrice della Classe Arte in seno all’Accademia Siciliana dei Mitici, con sede a Palermo.
Nel 2017 ha realizzato una copia della quattrocentesca tavola raffigurante la SS. Trinità e l'ospitalità di Abramo, attualmente conservata al Museo Diocesano, copia che è stata collocata, come già anticamente l'originale, nell'abside della Basilica della Magione (vedi News).
Nel 2017 ha pubblicato, per i tipi di Carlo Saladino Editore, il saggio storico: Il Prete Gianni tra storia e leggenda, che ha dato spunto a una Tavola rotonda dell'Accademia Siciliana dei Mitici sull'argomento con la partecipazione degli Accademici Manlio Corselli, Vincenzo Guzzo e Antonio Martorana.
Nel 2018 ha pubblicato il libro Haiku - un mondo, tre versi, Carlo Saladino Editore, Palermo.

Abitazione e studio: Palermo, via Tripoli 48
Opere di Carla Amirante sono pubblicate sul sito Internet: www.artemilano.it